Ortesi plantari funzionali e/o accomodative su misura progettate e realizzate con strumentazioni all'avanguardia

L'impiego di tecnologie tridimensionali, dinamiche e cinematiche consente di affrontare in maniera innovativa lo studio del piede e del funzionamento degli arti inferiori durante l'attività dinamica e di carico ed è indispensabile per la progettazione e corretta realizzazione delle ortesi plantari su misura, per le diverse patologie del piede.

Il digitalizzatore amfit 3D, la pedana baropodometrica Rs Scan e il sistema M.A.S, avanzati e efficaci strumenti per l'osservazione del piede e il controllo delle sue funzioni, permettono anche di valutare l'efficacia delle ortesi plantari funzionali e/o accomodative  e, nel tempo, i miglioramenti del piede.

Efficaci ed avanzati sistemi per l'osservazione e controllo delle funzioni del piede e degli arti inferiori

Nelle immagini seguenti è possibile osservare:

  • il digitalizzatore amfit 3D, utilizzato per la rilevazione dell'impronta del piede , la progettazione e la realizzazione di ortesi plantari su misura ;

  • la pedana Rs Scan  per l 'esame baropodometrico in statica e in dinamica ;

  • il sistema M.A.S (Measuring Analysis System) che consente l' analisi stabilometrica , biomeccanica del piede durante la deambulazione e/o la corsa e l' analisi qualitativa della marcia (gait analysis) con videocamera sincronizzata.

Per maggiori informazioni sulle strumentazioni descritte consultare la sezione SERVIZI.

DIGITALIZZATORE AMFIT 3D PER L'ACQUISIZIONE DELL'IMPRONTA DEL PIEDE

Le ortesi plantari su misura per tutti gli algici del piede sono realizzate utilizzando il digitalizzatore amfit 3D per la rilevazione dell'impronta plantare, ottenuta con l 'articolazione sottoastragalica in neutra, posizionando il piede in modo corretto, nel giusto assetto biomeccanico, coinvolgento tutte le articolazioni sovrastanti.

analisi biomeccanica del piede e degli arti inferiori durante la marcia con il sistema m.a.s.

M.A.S. Efficace e avanzato sistema meccanico/elettronico per la valutazione ed il controllo del piede e delle sue funzioni, indispensabile per la progettazione e corretta realizzazione delle ortesi plantari.

Registra ed elabora la postura del corpo e del piede in movimento, evidenziando eventuali problemi strutturati dello scheletro che possono causare un'andatura irregolare o una mancanza di simmetria muscolare. Il sistema treadmill multifunzione Scheinworks FDM-TDSL opera con 7168 sensori capacitivi di nuova generazione e permette l' analisi delle forze dinamiche e della distribuzione pressoria del piede nudo e con calzatura. Queste analisi sono utili per determinare la funzionalità del piede.

Il paziente viene ripreso dalla videocamera nello svolgimento dell'attività di marcia. Lunghezza ed angoli corporei vengono calcolati direttamente sullo schermo e sarà possibile poi selezionare le immagini più interessanti per uno studio approfondito della deambulazione.

GAIT ANALYSIS, ANALISI QUALITATIVA DELLA CORSA CON VIDEOCAMERA SINCRONIZZATA

Le fasi di orientamento e rotazione dell'articolazione del ginocchio e dell' articolazione tibio-tarsica sono importanti parametri del profilo dinamico. Essi devono essere impostati possibilmente in maniera simmetrica durante la deambulazione.

Con il video modulo, analisi del passo e relativo software di sincronizzazione immagini pressioni plantari è possibile filmare il paziente durante lo svolgimento del gesto motorio (corsa) ed esaminare la funzionalità del piede e degli arti inferiori.

analisi BIOMECCANICA DEL PIEDE E DEGLI ARTI INFERIORI DURANTE LA CORSA CON IL SISTEMA M.A.S.

Il paziente viene ripreso dalla videocamera nello svolgimento della corsa a 9km/h con la calzatura da running "saucony".

I sistemi di digitalizzazione dell'immagine permettono di valutare in modo ottimale sia l'appoggio del piede, sia tutta la cinetica del movimento e quindi la schiena, il bacino, il ginocchio, ecc.

Grazie a questa metodica si è in grado oggi di fornire, oltre alla classica valutazione statica del soggetto, quella dinamica, indispensabile per comprendere alcune patologie da sovraccarico funzionale (metatarsalgie, fenomeni infiammatori come le classiche tendiniti) e prevenire danni o infortuni più gravi come fratture da stress, lesioni del menisco e dei legamenti che affliggono la maggior parte dei praticanti lo sport e in particolare, la corsa.

Il risultato della ricerca svolta sulla funzione motoria del singolo individuo sarà un' ortesi plantare biomeccanica-funzionale ; ortesi progettata per ottimizzare la funzionalità delle articolazioni prossimali degli arti inferiori (ginocchia, anche, rachide) delle articolazioni del piede durante le attività di carico e condurre ad un recupero funzionale del piede e accomodativa  progettata con lo scopo di riequilibrare la distribuzione dei carichi plantari modificando la grandezza e i modelli di carico temporale delle strutture plantari sintomatiche (es. tallone, fascia plantare, metatarsali).

L' ortesi plantare biomeccanica-funzionale su misura servirà, pertanto, a migliorare la dinamica dell'appoggio del piede ed abbinato alla giusta calzatura, costituirà uno strumento tecnico che collaborerà all' ottimizzazione dell'appoggio e della spinta, entrando nel gesto atletico in modo armonico, senza causare effetti indesiderati.

L' impiego di tecnologie tridimensionali, dinamiche e cinematiche, pertanto , consente di affrontare in maniera innovativa lo studio del piede e del funzionamento degli arti inferiori durante l'attività dinamica e permette di valutare e controllare l'efficacia dell'ortesi plantare e, nel tempo, i miglioramenti del piede.

REPORT DELL'ANALISI DINAMICA CORSA SENZA E CON ORTESI PLANTARE

CALZATURA DA RUNNING "SAUCONY", CORSA A 9KM/H

L' analisi delle 3 zone del piede (tallone, mesopiede, avampiede) evidenzia il cambiamento dell'appoggio plantare e la riduzione delle pressioni plantari (ipercarichi) indotti dall'ortesi plantare e ne convalida l'efficacia.

L' ortesi plantare biomeccanica-funzionale, quindi, ristabilisce una corretta funzionalità del passo perché:

  • ricostruisce l'esatta sequenza temporale dei movimenti che si attuano nel piede;
  • assorbe l'impatto a cui il tallone è sottoposto durante la prima fase di appoggio, riducendo la forza istantanea applicata;
  • normalizza i tempi di contatto del piede al suolo ripristinando la corretta prono-supinazione del piede evitando i potenziali effetti nocivi comunemente associati alla pronazione patologica o all'eccesso di supinazione;
  • trasferisce il peso corporeo durante il movimento.
Share by: