ESAME BAROPODOMETRICO

PEDANA RS SCAN

L' esame baropodometrico è un'analisi approfondita dell'appoggio del piede e dello svolgimento del passo. E' un'indagine non invasiva, ripetibile e confrontabile nel tempo.

Permette di rilevare e visualizzare le pressioni plantari che vengono scambiate tra la superficie di appoggio del piede ed il terreno, sia in statica che in dinamica e consente di valutare in modo approfondito la modalità di esecuzione del passo ed eventuali alterazioni della deambulazione.

L'esame baropodometrico è consigliato ai bambini in età scolare perchè consente di valutare, e in seguito correggere, piede piatto, ginocchio valgo, a tutte le persone giovani/adulte che praticano attività sportiva anche se non agonistica e a tutti coloro che lamentano gonalgia, lombalgia di cui non riescono ad individuare l'origine.

Particolarmente indicato quando sono presenti alterazioni funzionali del piede: tendinite, fascite plantare, talloniti e metatarsalgie da sovraccarico con e senza ipercheratosi plantari e callosità; ed evidenti alterazioni strutturali quali: piede cavo, piede piatto pronato, alluce valgo, alluce rigido e dita a martello o in griffe. Nei soggetti diabetici, inoltre, l'analisi della distribuzione delle pressioni plantari consente di verificare eventuali sovraccarichi, fondamentale quindi nella prevenzione delle lesioni ulcerative.

Lo studio dell'appoggio plantare è effettuato con la pedana baropodometrica RS SCAN, piattaforma di rilevazione  dotata di 4096 sensori attivi, interfacciata ad un software di acquisizione per analisi statica dinamica e posturografica-stabilometrica.

ANALISI STATICA: il paziente sale sulla pedana scalzo e in posizione rilassata e naturale, l'analisi permette di misurare la distribuzione delle pressioni plantari nella posizione eretta e valutare le caratteristiche d'appoggio del piede. L'analisi statica dunque, rappresenta superfici e carichi totali di appoggio di ciascun piede con dettagli dei valori relativi all'avampiede e al retropiede, sovraccarichi metatarsali e digitali.

ANALISI DINAMICA: Il paziente  cammina sulla pedana nei due sensi di marcia, l'analisi consente di esaminare l'intero svolgimento del passo, in successione i vari momenti dell'appoggio: contatto del tallone, appoggio del piede, trasmissione del carico sull'intero distretto dell'avampiede e contemporaneo sollevamento del tallone, spinta sull'alluce e distacco dal suolo.

Fornisce i valori delle superfici, delle pressioni e velocità con visualizzazione del centro di pressione del singolo piede in ogni istante del rotolamento e la relativa risultante del passo. E' quindi possibile visualizzare il centro di pressione del singolo piede in ogni momento del passo. I dati ottenuti sono precisi, istantanei e totalmente ripetibili, questi vengono poi studiati e sviluppati e serviranno alla redazione del referto che correlato dalle stampe più rappresentative dell'esame sarà consegnato al paziente.

La valutazione statica e dinamica consente una migliore interpretazione dei difetti biomeccanici del paziente differenziando atteggiamenti di compenso dai difetti anatomici di una certa entità e individuando eventuali compensi dovuti ad anomalie presenti a livello di schiena, anca, ginocchio.

L'esame baropodometrico è quindi un valido ausilio per la formulazione della diagnosi e per dare più precise indicazioni terapeutiche riabilitative o di trattamento ortesico finalizzato alla realizzazione di ortesi plantari o digitali personalizzate (SU MISURA). L'esame baropodometrico andrà successivamente ripetuto per valutare l'efficacia delle ortesi e, nel tempo, i miglioramenti del piede.

 

PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI ORTESI PLANTARI SU MISURA
CON TECNOLOGIA CAD-CAM

TRATTAMENTO CALLOSITà

La realizzazione di un plantare moderno è qualcosa di estremamente sofisticato. La rilevazione dell'impronta che precede la realizzazione del plantare viene effettuata con tecnologia CAD tramite il digitalizzatore Amfit 3D previa valutazione clinica e strumentale.

Il paziente sale sulla pedana e dopo il corretto posizionamento,(allineamento del retropiede-avampiede) i sensori del digitalizzatore ,si alzano fermandosi a contatto col piede,i piedi vengono letti uno alla volta a mezzo della pedana digitalizzatrice ottenendo la rappresentazione tridimensionale dell'anatomia del piede sotto carico. Al termine della lettura del piede i dati appaiono sul monitor del computer e si potrà rilevare con precisione ogni dettaglio e caratteristica del piede (impronta con difetto). Successivamente si effettua un'ulteriore scansione plantare posizionando l'articolazione sottoastragalica in neutralità, il digitalizzatore catturerà il contorno plantare del piede nella corretta posizione e solo allora si avrà il punto di partenza per la progettazione dell'ortesi plantare (impronta corretta).

ELABORAZIONE PROGETTO PLANTARE: Per mezzo del computer e dei sistemi CAD è possibile osservare come l'ortesi plantare modifica l'appoggio del piede, verranno poi inserite nel progetto ulteriori correzioni adatte a compensare la patologia rilevata.

L'entità e la localizzazione delle correzioni è, quindi, eseguita con la valutazione del piede sul paziente in tempo reale.

Materiali/densità, dimensioni e spessori terranno conto delle alterazioni di appoggio, delle patologie del paziente e della calzatura che dovrà ospitare l'ortesi plantare.

REALIZZAZIONE ORTESI PLANTARE CON SISTEMA CAD-CAM: Disegnata l'ortesi plantare con utilizzo di programma 3D , si avvia la lavorazione del plantare con una fresatrice a controllo numerico computerizzato CAM per la modellazione dei solidi. Il materiale viene quindi asportato secondo le indicazioni prodotte dal progetto.

L'ORTESI PLANTARE è realizzata in E.V.A. 100% (Etilene Vinil Acetato) materiale biocompatibile, anallergico con caratteristiche di elasticità elevata, flessibilità, dotato di ottima resistenza allo schiacciamento e all'abrasione,indeformabile nel tempo. In relazione all'utilizzo specifico possono essere scelte densità diverse e in alcuni casi si può preferire un grezzo con materiali ad aree di portanza differenziata.Il risultato sarà un plantare in grado di migliorare l'appoggiodel piede e la deambulazione.

TRATTAMENTI E ORTESI

Eseguiamo il trattamento di pedicure curativo per le alterazioni cutanee e ungueali, ma anche profilassi e cura del piede diabetico, reumatico, artrosico, l'alluce valgo, piede cavo, piede piatto e il piede geriatrico.

Realizziamo inoltre:

ortesi digitali su misura in silicone protettive e/o posturali per ridurre e trattare alluce valgo, griffe delle dita, dito a martello,V dito varo,alluce flesso.

Con una metodica realizzata esclusivamente in questo studio si modellano ortesi plantari su misura con digitalizzatore Amfit  a fine di migliorare l'appoggio plantare e il cammino alleviando la sintomatologia dolorosa e migliorando la performance sportiva.

Share by: